RECENSIONE – CAPTAIN FANTASTIC

17 Mag 2018 | LE RECENSIONI DEI NOSTRI STUDENTI

Ben Cash vive con la sua famiglia tra i boschi, lontano dalla civiltà moderna e dando loro un’educazione, sia di tipo classico, sia fisica, adatta alla sopravvivenza nei boschi che li circondano.

Leslie, la moglie di Ben non è presente nel bosco con la famiglia in quanto ricoverata in ospedale per un disturbo bipolare.

Ogni giorno le giornate vengono scandite da un allenamento fisico nei boschi, caccia, scalate su pareti rocciose e lezioni di filosofia, assistendo ad una famiglia unita e sconsolata nei boschi, la quale sente però la mancanza della madre.

Quando Leslie muore i suoi genitori vieteranno alla famiglia di presentarsi al funerale, scatenando il loro ritorno nella società, primo viaggio all’interno dell’america moderna per i cinque figli, sconvolti dal modo di vivere e pensare che li circonda, essendo vissuti fino ad allora in un paradiso isolato dal mondo.

Il loro viaggio nella società contemporanea sorprenderà i ragazzi e riporterà al presente il padre, che nel confronto con i suoceri realizzerà quanto i propri figli siano impreparati dal mondo verso il quale li sta proteggendo. A seguito di un incidente Ben si decide a lasciare i figli con i suoceri e con amarezza si prepara ad andarsene da solo, salvo poi scoprire che questi si sono nascosti all’interno del furgoncino e non hanno intenzione di lasciare il padre.

La famiglia riunita recupera il corpo della madre, seppellita contro la sua volontà in quanto buddista, e lo brucia per poi disperdere le sue ceneri nei bagni dell’aeroporto. Il film si conclude con la partenza del primo figlio verso alla scoperta del mondo e con il trasferimento della famiglia in una fattoria oltre all’iscrizione a scuola dei restanti quattro figli.

SCENA PREFERITA:  Quando la famiglia si ritrova momentaneamente con i parenti di parte materna questi mettono in dubbio il tipo di educazione fornita da Ben ai suoi figli, al quale dicono “i tuoi figli necessitano di un educazione normale, di struttura”. Al che  Ben risponde chiamando la filgia più piccola e facendogli domande su svariati argomenti, trovandola preparata e di fatto umiliando i i figli più grandi dei parenti, che in quanto educati in una scuola tradizionale non hanno un grande interesse per la cultura e sono vittime della società moderna.

FMA

Florence Movie Academy

Piazza Santo Spirito, 9
50125 Firenze
P.IVA 01782400483
C.F. 02180020154

contatti

+39 055 294605
+39 055 213030
info@florencemovie.it
direzione@florencemovie.it

orario apertura

Lunedì: 9.00 - 18.00
Martedì: 9.00 - 18.00
Mercoledì: 9.00 - 18.00
Giovedì: 9.00 - 18.00
Venerdì: 9.00 - 18.00